6 aprile 2019: sarà celebrato nella Caserma Santa Barbara di Milano il 188° anniversario della costituzione delle Batterie a Cavallo

Tag

, , , ,

Si riceve dalla Associazione Nazionale delle Volòire:

L’8 aprile 1831, con regie patenti della Regina Maria Cristina di Borbone Napoli reggente del Re Carlo Felice di Savoia, furono costituite le prime due Batterie a cavallo a lungo proposte da Alfonso Ferrero della Marmora.

Il 6 aprile 2019 il 188° anniversario della costituzione delle prime due Batterie a cavallo sarà celebrato dalla Continua a leggere

Annunci

Video

160° anniversario di fondazione delle Batterie a Cavallo, aprile 1991

Si ringrazia l’Arch. Art. Cav. Vittorio Gabriotti per aver messo a disposizione il prezioso reperto video.

1831 – 1991

160° ANNIVERSARIO DELLE BATTERIE A CAVALLO

13 APRILE 1991

Caserma “Principe Eugenio di Savoia” – SANTA BARBARA

Piazzale Perrucchetti, 1 – Milano

Masterizzato da nastro VHS originale

Durata 46’ circa

Colonna sonora:

“Ouverture della Cavalleria Leggera” di Franz von Suppé

“Le Volòire” Fanfara delle Batterie a Cavallo di Arrigo Boito

“Cavalcata delle Valchirie” di Richard Wagner

Anche se la qualità del filmato è quella del nastro VHS originale, resta un emozionante ricordo per chi ha servito in sella la Patria e ha avuto l’onore e il privilegio di far parte delle gloriose Batterie a Cavallo.

Caricat! Volòire! Caricat! Volòire! Caricat! Volòire!!!

 

Tazio Nuvolari: “…tale nel Reggimento Artiglieria a Cavallo…”

Tag

, , , , , , ,

Quando corre Nuvolari / quando passa Nuvolari / 

la gente aspetta / il suo arrivo / per ore e ore / 

e finalmente quando / sente il rumore / salta in piedi e /

lo saluta con la mano /gli grida / parole d’amore /

e lo guarda scomparire / come guarda un / 

soldato a cavallo / a cavallo / nel cielo di aprile.

In occasione del Centenario della Battaglia del Solstizio, festa dell’arma di artiglieria,  voglio regalare ai lettori di caricatvoloire.it ed ai vecchi e nuovi kepì, uno scoop sensazionale che incide negli albi d’oro delle Batterie a Cavallo il nome della leggenda dell’automobilismo, il miglior pilota di tutti i tempi.

Tazio Nuvolari durante la prima guerra mondiale ha servito la Patria in armi nei ranghi del Reggimento Artiglieria a Cavallo.

Recentemente, sono stato contattato dalla ricercatrice Mirka Biasi del Club AMAMS Tazio Nuvolari di Mantova, collaboratrice del museo Tazio Nuvolari, che voleva alcuni chiarimenti sul nostro Reggimento, in quanto sta curando un pezzo biografico sulla vita militare del grande campione.

Dal foglio matricolare di Nuvolari, soldato di leva classe 1892, emerge infatti che prestò un primo servizio alle Volòire dal 20 luglio al 20 dicembre 1913. Richiamato sempre al Reggimento nel dicembre 1914, venne assegnato alla “Compagnia Treno-Automobilisti“.

Mobilitato il 20 maggio 1915, si presenta al “Centro automobilisti di Mantova” dove, per un certo periodo è distaccato alla “6ª Compagnia Automobilisti” (che,a  quanto apre, dipendeva dal Reggimento Artiglieria a Cavallo), e successivamente presso il 22° Reggimento di Artiglieria.

Ritorna al Reggimento Artiglieria a Cavallo nell’agosto 1915 (evidentemente dopo aver seguito un corso per affinare le proprie capacità di conduttore mezzi), dove tuttavia viene riformato a seguito di “rassegna” da parte del Direttore l’ospedale militare di Mantova.

Nel febbraio del 1917, viene revocato il provvedimento di riforma e, classificato richiamato di 2ª categoria, viene nuovamente assegnato al Deposito milanese del Reggimento Artiglieria a Cavallo in quanto idoneo ai “servizi sedentari”.

Ivi, rimarrà – dopo alterne vicende convalescenziali – sino al 1919, data del congedo definitivo.

E’ sorprendente come un mito della velocità abbia intrecciato il suo destino – e sicuramente affinato la sua formazione e preparazione – con l’artiglieria più veloce, …in hostem celerrime volant!

Forse (chi può saperlo?), Lucio Dalla, quando lo cantò, magari ne era al corrente ed ha inserito quella frase che, letta oggi, lascia allibiti:

“…lo guarda scomparire / come guarda un / soldato a cavallo

/ a cavallo / nel cielo di aprile“.

E, aprile, lo sappiamo, è il mese delle Volòire.

Yuri Tartari

Si ringrazia sentitamente Mirka Biasi per il prezioso materiale messo a disposizione di caricatvoloire.it

 

6 maggio 1848-2018, 170° anniversario del fatto d’armi di Santa Lucia

CCI10052018

La 1ª a Cavallo a S. Lucia (6 maggio 1848)

…il Luogotenente Bellezza alla testa dei suoi uomini si slancia di gran galoppo contro il nemico: si arresta a pochi passi da una batteria austriaca che spara intensamente; la mitraglia la riduce al silenzio, la fa prigioniera meritandosi per primo nell’Artiglieria Piemontese la Medaglia d’Oro al Valor Militare…

 

187° Volòire, domenica 8 aprile 2018, ore 12 piazzale Perrucchetti

ANArtI Milano

In occasione del 187° anniversario della costituzione delle prime Batterie a Cavallo (8 aprile 1831), il Gruppo reggimentale Volòire dell’ANARTI di Milano, in collaborazione con l’Associazione Nazionale delle Volòire, organizza per domenica 8 aprile 2018 una resa degli onori al monumento all’artigliere a cavallo a Milano in piazzale Perrucchetti, davanti alla caserma Santa Barbara storica sede del Reggimento.

Alle ore 12,00 verrà deposta una corona di fiori con la presenza di artiglieri a cavallo in servizio e in congedo.

trombaperrucchetti-001.jpg

View original post

1° novembre 1887-2017: 130° di costituzione del Reggimento Artiglieria a Cavallo a Milano

Con legge ordinativa del 23 giugno e decreto dell’agosto, il 1° novembre 1887 è costituito a Milano il Reggimento Artiglieria a Cavallo.

Il suo primo comandante è il Colonnello Giuseppe Giorgio Guy.

I ranghi degli artiglieri criniti annoverano il fiore dei capaci ufficiali che, dall’anno 1883 presso l’VIII da campagna, cominciarono a ricostruire la specialità “a cavallo” (Volpini, Bianchini, Gironda Veraldi, Besozzi, Berlingieri, Olliveri).

Struttura su tre gruppi (in luogo delle “brigate“) per complessive sei batterie a cavallo. Completa l’organico lo stato maggiore, una brigata treno e il deposito di reggimento.

I quartieri delle Batterie sono stabiliti in S. Prassede, S. Filippo, S. Gregorio, S. Gerolamo e al Castello Sforzesco (solo nel 1896 il Reggimento troverà spazio nella nuova Caserma “Principe Eugenio” di Porta Vittoria, chiamata in seguito dai milanesi “la Vulanta“).