MOVM Gaetano Borghi

Tag

, , , , , ,

Ad integrazione dell’album relativo alla nostra Medaglia d’Oro al Valor Militare, pubblico la sua immagine in alta uniforme e con kepì e criniera, che mi ha fatto cortesemente avere il figlio Giorgio.

MOVM Ten Gaetano Borghi

Capitano Gaetano Borghi

Medaglia d’Oro al Valor Militare

Reggimento Artiglieria Celere

“Principe Amedeo duca d’Aosta” (3°)

Comandante di batteria a difesa di un’importante posizione col fuoco dei suoi pezzi graduati a zero e di poche armi automatiche arrestava il nemico che a costo di gravissime perdite era riuscito ad avvicinarsi. Ferito ad un ginocchio si trascinava di pezzo in pezzo, animando l’azione ed infondendo fede ed entusiasmo nei suoi artiglieri. Colpito una seconda volta alla fronte, rifiutava ancora il trasporto al posto di medicazione e continuava per ben sette ore a contrastare il passo all’avversario, noncurante della violenza degli attacchi e del tiro di controbatteria che riduceva al silenzio i suoi cannoni. Raccolti i pochi superstiti attorno all’ultimo pezzo efficiente ne dirigeva il tiro fino all’ultimo colpo. Ricevuto l’ordine di ripiegare, esausto nel fisico, ma indomito nello spirito, regolava il movimento dei suoi uomini, e rimasto ultimo, visti vani i tentativi di un suo ufficiale di sorreggerlo gli ordinava virilmente di porsi in salvo, cadendo poi quasi esanime poco lontano dalla posizione. Raccolto dopo due ore, riuniva le sue forze e con bella fierezza diceva al suo colonnello: “I suoi artiglieri si sono battuti da eroi”. Quota 183 di Carmutes er Regem (Cirenaica), 14 dicembre 1941

Galleria

Serg. Giancarlo Pellicciari, capo pezzo, 1° pezzo, V Batteria a Cavallo in Russia

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Questa galleria contiene 15 immagini.

Il Signor Giovanni Pellicciari, figlio del Sergente Maggiore Giancarlo Pellicciari, mi ha concesso alcune immagini di suo padre al Fronte …

Continua a leggere

4 settembre 1942, la morte di Sergio Bresciani

Tag

, , , ,

…Quella sera, quel 4 settembre, un silenzio triste calò sul campo di guerra della Folgore e della Littorio, tra gli artiglieri del Terzo Celere, fra italiani e tedeschi. Poi nella notte del deserto la luce lunare fu sconfitta a poco a poco dalle prime strisce rosa del cielo verso il Nilo. Con la morte del piccolo artigliere delle Voloire era sconfitta ad El Alamein anche l’ultima speranza di vittoria“.

Bruno Gatta, Il ragazzo di El Alamein

 sergiobresciani si«Avanguardista sedicenne, fuggito di casa per accorrere sul fronte libico, portava nella batteria che lo accoglieva la poesia sublime della sua fanciullezza eroica. Sempre primo nel pericolo, rifiutava qualsiasi turno di riposo, riuscendo in ogni occasione di superbo esempio ai camerati più anziani. Durante una giornata particolarmente aspra, in cui il suo reparto veniva sottoposto a violentissimo tiro di controbatteria, in qualità di tiratore dell’ultimo pezzo rimasto efficiente, in piedi continuava a sparare fino all’ultimo colpo al grido di: “Viva il Terzo Celere!”. In altra azione di guerra, colpito dallo scoppio di una mina che gli recideva una gamba, sopportava con stoica fermezza la medicazione e, prossimo alla fine, pronunciava stupende parole di amor patrio, rammaricandosi di doversi separare dal reparto e dai compagni. Splendida figura di eroe fanciullo, simbolo purissimo della virtù della gente d’Italia. Marmarica-Egitto, marzo 1941/settembre 1942»

 

Artigliere Sergio Bresciani

Reggimento Artiglieria Celere “Principe Amedeo Duca d’Aosta” (3°)

Medaglia d’Oro al Valor Militare

Medaglia d’Argento al Valor Militare

Medaglia di Bronzo al Valor Militare

Croce di Ferro di Prima Classe

Croce di Ferro di Seconda Classe

Galleria

Cento anni fa l’azione di Néry

Tag

, , , , , , , , ,

Questa galleria contiene 14 immagini.

«Il 1° settembre [1914, n.d.r.], nel villaggio di Néry, la 4ª Divisione di Cavalleria tedesca, che si trovava all’estrema destra …

Continua a leggere

Avvicendamento al comando del 1° Gruppo Voloire

Tag

, , , , , , , , ,

Questa mattina il Ten. Col. Antonio Ivano Romano ha ceduto il comando del 1° Gruppo Batterie a Cavallo “Voloire” al Ten. Col. Cristiano Zappalà. La cerimonia di avvicendamento tra l’84° e l’85° Comandante del 1° Gruppo a cavallo si è svolta questa mattina nella Caserma Santa Barbara alla presenza del 77° Comandante delle Batterie a Cavallo, Col. Sergio Vignocchi, e di un nutrito gruppo di ospiti. Al Ten. Col. Romano, che assumerà un prestigioso incarico nei Comandi Superiori, il nostro saluto e ringraziamento per questi due anni di intenso e appassionato lavoro all’ombra del nostro glorioso Stendardo. Al Comandante Zappalà va l’augurio di un proficuo lavoro.

Altre immagini nell’album-galleria di Marco Eller Vainicher

Verso #Isbuchenskij. #Savoia e #Voloire

Tag

, , , , , , , ,

Fronte russo, estate 1942

Fronte russo, estate 1942

Emblematica immagine dell’apporto delle Batterie a Cavallo al ciclo operativo del Savoia nell’estate del 1942.

In quel periodo il Reggimento Artiglieria a Cavallo (3°) era inquadrato – insieme al Reggimento Savoia Cavalleria (3°) e al Reggimento Lancieri di Novara (5°) reggimenti nel «Raggruppamento Truppe a Cavallo» al comando del Gen. B. Guglielmo Barbò di Casalmorano (anche chiamato «Raggruppamento Barbò» o «Barbò Kavallerie Brigade»).

La fotografia è tratta dal materiale iconografico dell’opera del Maresciallo d’Italia Giovanni Messe «La guerra al Fronte Russo» (Rizzoli, 1ª edizione, Milano, giugno 1947).

Ritrae il Ten. Col. Marcantonio Albini, comandante del 2° Gruppo delle Voloire (a sinistra, a capo scoperto) e il Cap. Silvano Abba (a destra, con bustina), comandante del 4° squadrone di Savoia.

Nella marcia, il Cap. Abba si è molto probabilmente affiancato alla colonna delle Batterie per interloquire con il Ten. Col. Albini (si intravede sullo sfondo la coppia di volata della pariglia di un pezzo Krupp Mod. 1906/12 da 75/27).

Nell’epica giornata del 24 agosto 1942 Continua a leggere

Trombe d’argento: “Belli per definizione!” #voloire

Tag

, , ,

Quinto Cenni - La fanfara delle Batterie a Cavallo

Quinto Cenni – La fanfara delle Batterie a Cavallo

Trombe d’argento

«Diciotto trombettieri, con le bianche criniere al kepì, marciano in testa al Reggimento sui loro cavalli sauri e davanti ad essi sfavilla il maresciallo Capo fanfara. S’alza dalle lucenti trombe d’argento, alzate a destra verso il cielo, il ritornello delle Batterie. Sono veramente magnifici e se fossi una ragazza non ci penserei neanche un momento.

«Il sordo rombo delle ruote dei pezzi ed il martellante rumore degli zoccoli accompagnano il breve motivo musicale che si ripete – bellissimo – nella sua monotonia. Un piccolo soldato di sussistenza, con la borsa della spesa sotto il braccio, si ferma estatico a guardare e prova certo in cuore una dannata invidia. Consolati, soldato e pensa che – al vederci – ciccano anche “Savoia” e “Novara”!»

dalle Memorie del Gen. Emiliano Vialardi di Sandigliano

(brano tratto da Tomaso Vialardi di Sandigliano, Tommaso Vitale, Batterie a cavallo, Artistica Editrice, Milano, 2007).

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 289 follower